Sordità

Calo dell'udito: Cause, tipologie e gravità

Calo dell’udito: cause, tipologie e gravità

 

C’è SUL SITO

SITO1111

 

Calo dell’udito ad entrambe le orecchie: soluzioni.

 

Il calo dell’udito ad entrambe le orecchie richiede la applicazione di due apparecchi acustici.

 

Frase scontata? Assolutamente no. Molte persone nonostante abbiano un calo dell’udito da entrambe le orecchie decidono di portarne solo uno.

Il motivi sono solitamente legati a questi fattori:
• Risparmio economico
• Scarsa motivazione a indossare gli apparecchi
• Falsa credenza che utilizzando due apparecchi si sentano troppo i rumori e causino più problemi e confusione.

Analizziamo questi fattori :

1) Risparmio economico

E’ bene essere coscienti del fatto che, dal punto di vista della resa acustica e quindi del miglioramento della capacità uditiva, è meglio utilizzare due apparecchi acustici che costano un po’ di meno piuttosto che utilizzarne uno di tecnologia più elevata ma che ha un costo troppo elevato per poter averne due.

2) Scarsa motivazione a indossare gli apparecchi

Per fare un paragone con la vista, avere un calo dell’udito da entrambe le orecchie ma utilizzare solo un apparecchio, è un po’ come avere un deficit visivo da entrambi gli occhi ma utilizzare un occhiale da vista con una lente sola.

Le orecchie sono due ma il sistema uditivo è uno solo e per poter sfruttare la capacità di ascolto binaurale, e quindi stereofonica, che permette una migliore comprensione del parlato in presenza del rumore, un migliore riconoscimento del parlato e la localizzazione del suono, occorre stimolare il sistema uditivo sia a destra che a sinistra. Inoltre più informazioni sonore riceve la area acustica del cervello e meno faticoso e stancante sarà udire.

3) Si sentirà troppo, non ho bisogno di due apparecchi

Spesso si crede di poter utilizzare uno solo apparecchio oppure di non averne bisogno affatto perchè si ha una percezione soggettiva del danno uditivo totalmente distorta dalla realtà e dai dati riscontrabili oggettivamente (misurabili strumentalmente)
Tralasciamo quindi il fatto che solo un professionista dell’udito sa cosa è bene per il tuo udito e cosa no.

Quest’ultimo fattore, è una ‘lamentela’ che possono effettivamente testimoniare di aver vissuto alcuni portatori di apparecchi acustici.
Questa lamentela però è dovuta ad una scorretta riabilitazione all’ascolto e troppa fretta nella applicazione e nell’adattamento degli apparecchi acustici, oltre che a una regolazione degli apparecchi non personalizzata sulla base del caso specifico.

P.S. Esistono alcuni rari casi dove, nonostante ci sia un deficit uditivo, la applicazione degli apparecchi acustici non da un beneficio tale da consigliarne l’utilizzo.

 

Calo dell’udito in un orecchio solo: soluzioni. Sentire da entrambi i lati (Ipoacusia neuro-sensoriale unilaterale)

La perdita dell’udito unilaterale compromette in modo significativo le capacità uditive spaziali, che dipendono dalla complessa interazione di segnali uditivi mono e binaurali (di entrambe le orecchie).

Di conseguenza, ciò porta a
– Una ridotta capacità di comprendere le parole nel rumore
– Difficoltà nel localizzare la provenienza dei suoni.
– Difficoltà nell’ascolto della televisione o di messaggi acustici riprodotti da casse audio – Necessità di maggiore concentrazione e ‘sforzo’ nell’ascolto quotidiano
– Disagio nella comunicazione dal lato corrispondente alla perdita dell’udito.

La perdita dell’udito unilaterale, come per quella bilaterale , più o meno grave, ha un impatto sostanziale sulla socializzazione, l’apprendimento e la produttività del lavoro.

Qualora l’applicazione di un apparecchio acustico non soddisfi un buon recupero della capacità uditivadell’orecchio audioleso in modo grave, si opterà per una applicazione cros o bicross:

 

Anacusia unilaterale: soluzioni CROS o BICROS

Schermata 2020-05-19 alle 10.34.55

Esempio: Grave Ipoacusia a sinistra – Normoacusia a destra:

Si utilizzano due apparecchi acustici dove i suoni captati a sinistra non verranno amplificati nello stesso orecchio, ma saranno inviati all’orecchio controlaterale, (in questo caso il destro) dove l’apparecchio avrà la sola funzione di trasmettere il suono ricevuto (da sinistra)

Le soluzione CROS quindi si indossa come un normale apparecchio acustico, dietro l’orecchio non udente (a sinistra). Il dispositivo capta il suono dall’ambiente circostante e lo trasmette verso l’apparecchio acustico dell’altro orecchio (a destra)

Con il tempo il soggetto impara ad ascoltare e a riconoscere la differenza tra i suoni uditi normalmente e i suoni che invece sono trasmessi da sinistra a destra. Questo è possibile perchè il cervello riconosce la differente sensazione sonora tra i suoni uditi tramite l’orecchio normoacusico piuttosto che i suoni trasmessi dagli apparecchi acustici.

Schermata 2020-05-19 alle 10.35.56

Esempio: Grave Ipoacusia a sinistra – Lieve ipoacusia a destra

L’applicazione BiCROS ha la stessa funzionalità dell’applicazione cros, con la sola differenza che l’altro orecchio non è normoacusico e quindi ha bisogno di amplificazione.

Quindi l’apparecchio posizionato a destra non ha la sola funzione di trasmettere il suoni che riceve da sinistra, ma ha anche la funzione di migliorare la capacità uditiva dell’orecchio stesso (avrà quindi amplificazione)

Come per l’applicazione CROS, con il tempo, il soggetto impara ad ascoltare e a riconoscere la differenza tra i suoni uditi a destra e i suoni trasmessi da sinistra.

La comprensione delle parole avverrà sempre e solo a destra.